Notizie

Emergenza coronavirus: modalità di comunicazione con lo Studio Legale.

A fronte dell’emergenza sanitaria in corso che ha imposto restrizioni degli spostamenti, si comunica che lo Studio favorirà quanto più possibile le modalità di comunicazione “virtuale”. Per ogni esigenza ci trovate al numero mobile e whatsapp 3356159773 – Skype: studio_4951 – email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Non è necessario muoversi per fissare un appuntamento. Per fortuna la tecnologia mette a disposizione tanti strumenti per lavorare, tenersi in contatto e addirittura vedersi e organizzare riunioni, per cui #stateacasa e aiutate il virus a non diffondersi. Lo Studio è disponibile a venirvi incontro, sia garantendo la piena operatività in questo periodo di emergenza, sia per aiutarvi ad installare le applicazioni necessarie allo svolgimento di appuntamenti in stanze virtuali.

Attenzione al canone RAI in bolletta - rischio pagamento arretrati.

A partire dal 1° gennaio 2016, è stato introdotto il pagamento del canone Rai con la bolletta della luce.

Attenzione però che ciò non costituirà una sanatoria per le evasioni degli anni precedenti.

Potrebbe anche essere l’occasione per il Fisco per pretendere la riscossione degli anni arretrati.

Il pagamento della bolletta della luce, infatti, con la maggiorazione per il canone, sarà una sorta di autodenuncia e di ammissione del debito.

La nuova legge, opera una “presunzione automatica” di possesso della tv per quanti hanno anche un contratto di abbonamento all’energia elettrica.

Si presume quindi la debenza dell’imposta e sarà il contribuente a dimostrare il contrario.

Detta presunzione, che scatta già solo per previsione normativa, potrà essere vinta (in modo da non pagare il canone Rai) mediante prova contraria fornita dall’utente o attraverso una sua autocertificazione.

Lo Studio Legale Caruso ha predisposto una guida per il contribuente e una dichiarazione da presentare all'Agenzia delle Entrate.

Attenzione quindi, perché la richiesta di arretrati potrà spingersi ai 10 anni anteriori.

Università: trasferimento di Ateneo - rimborso tasse, prima e seconda rata.

Gli Atenei "utilizzano" la vetusta norma dell' 27 del R. D. n. 1269 del 1938, al solo scopo di tutelare le loro casse e di scoraggiare gli studenti che richiedono di trasferirsi presso altre sedi.
Se si tiene in considerazione in quale periodo storico è stato emanato R. D. n. 1269 del 1938 e quale realtà accademica andava a regolamentare , si può ben comprendere come l'applicazione non sia più pregnante alla realtà. Infatti se si esaminano i nuovi criteri e i meccanismi dell'accesso ai corsi di laurea a numero chiuso e i tempi di scorrimento delle graduatorie con i conseguenti “ripescaggi”, l'applicazione dell'art. 27 suddetto è da considerarsi in aperto contrasto con i principi dell'ordinamento che tutelano il diritto allo studio. Lo Studio legale Caruso, con la sola mediazione, ha recuperato oltre 14.000 euro da vari Atenei italiani.

Separazione breve tra coniugi 2015 lontana dalle aule del Tribunale

La nuova separazione breve 2015 offre la possibilità ai  coniugi di separarsi in modo più semplice e veloce grazie alla negoziazione assistita di un avvocato. Ovviamente, tale possibilità può essere utilizzata solo se la separazione è consensuale e anche se ci sono figli minorenni, figli con handicap, oppure, maggiorenni non ancora autosufficienti sul piano economico.